home blog@mypage.it sindicaci;ón

blog.mypage.it

National Geographic crea i videogame educativi per bambini

National Geographic esplora il mondo dei videogame. Dopo il successo dei casual game sul sito Kids di National Geographic, è stata lanciata la divisione National Geographic Games che si occuperà di creare videogame educational per le più importanti console (Nintendo Wii, Nintendo DS, PlayStation 3), internet e il mobile.

Il primo videogame di National Geographic sarà Herod’s Lost Tomb, un viaggio nella tomba di Erode ispirato a un documentario del canale TV e a un reportage della rivista. Da dicembre il videogame sarà scaricabile gratuitamente per PC, Mac e iPhone sul sito del National Geographic.

National Geographic collaborerà con altri colossi del settore, come Namco Bandai Games America e Sony Computer Entertainment. Con loro ha sviluppato giochi come National Geographic: Panda, un gioco di simulazione virtuale e National Geographic: Africa. Questi titoli saranno in vendita da dicembre.

L’obiettivo di National Geographic è sfruttare i videogame per conquistare il pubblico dei giovanissimi e veicolare in modo nuovo i suoi contenuti legati a geografia, ambiente, storia e scienza.

Fonte:
l’articolo di Corriere.it dedicato a National Geographic Games

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

National Geographic compra ePals, il social netowrk educativo per studenti e insegnanti

ePals

Anche National Geographic scommette sui social network. L’ente no profit che dal 1888 si occupa di educare i ragazzi su geografia e scienze naturali è tra i protagonisti di un’operazione di finanziamento del social network ePals. Dai 5 ai 7 milioni di dollari: questo è l’importo che finirà nelle casse di ePals per un progetto di partnership con il National Geographic, che fornirà i propri contenuti ai membri del network.

ePals è un social network rivolto a studenti e insegnanti. Gli studenti iscritti sono oltre 13 milioni, gli insegnanti registrati sono 350.000 e viene usato in 200 scuole. Il sito fornisce contenuti educativi che spaziano dalla lettura all’apprendimento delle lingue straniere. Grazie alla collaborazione con National Geographic, l’offerta di contenuti di ePals si arricchirà di nuovi temi: il riscaldamento globale, la cartografia, gli ecosistemi.

L’operazione è stata lodata anche dagli esperti di pedagogia. “Il fenomeno dei social network sta esplodendo nelle scuole elementari e medie”, afferma Greg Hall, psicologo del Bentley College di Boston. “Si tratta di uno strumento per l’apprendimento molto più vivo dei libri. La grande sfida è nel fatto che, quando si parla di tecnologia, spesso gli studenti sono più esperti degli insegnanti”.

Fonte:
l’articolo dell’Examiner sull’operazione di investimento di National Geographic

Tags: , , , , , , , ,